Attenzione: verificare sempre l'idoneità degli ingredienti utilizzati cercando il claim "senza glutine" sulla confezione, o fare riferimento alla Spiga Barrata oppure controllare sul prontuario dell'Associazione Italiana Celiachia.


venerdì 17 giugno 2016

Pasticcio di pane Carasau con salamella e cavolfiore

Felice venerdì! Nella speranza che oggi il tempo metta la testa a posto, condivido con voi questa ricetta che ho preparato per accontentare una specifica richiesta da parte di mio marito che desiderava tantissimo poter riassaporare questo tipo di piatto che gli preparai  quest'ultimo autunno. Il tempo ancora fresco (almeno qui al nord) mi consente ancora di accendere il forno e preparare un gustoso pasticcio di pane, questa volta di pane Carasau glutenfree. Non ha niente da invidiare alla classica lasagna,  viene molto delicato e può sostituire senza sfigurare le classiche lasagne di pasta. Il pane Carasau è una specialità della Sardegna (viene anche chiamato Carta Musica) ed è una sfoglia sottile e molto croccante che io ho utilizzato anche in un'altra ricetta vedi QUI.


L'abbinamento tra il gusto delicato del pane Carasau e il sapore deciso della salamella con il cavolfiore dà a questa ricetta un sapore molto leggero.






per chi non lo conosce questo è il pane Carasau





ingredienti:

200g di pane Carasau
besciamella  - per ingredienti e preparazione vedi QUI
1 cipolla rossa di Tropea
2 cipolle bianche dolci
300g di salamella
800g di cavolfiore
olio extravergine d'oliva q.b.
vino bianco per sfumare (mezzo bicchiere)
4/5 cucchiai di pecorino romano grattugiato



preparazione della salamella:

in una padella versare un cucchiaio d'olio extravergine d'oliva, fare scaldare, aggiungere le cipolle tagliate sottilmente e fare appassire per qualche minuto.
Unire la salamella  privata dalla pelle e sbriciolata grossolanamente, mescolare bene, sfumare con il vino bianco, salare leggermente, mescolare e coprire poi con un coperchio e portare a cottura a fuoco dolce.

Nel frattempo mondare e lavare il cavolfiore, preparare le cimette e cuocerle a vapore.

Mentre la salamella cuoce e il cavolfiore pure, preparare la besciamella come spiegato QUI e mettere da parte.


Composizione del pasticcio di pane:


Preriscaldare il forno ventilato a 160°.

In una capace pirofila mettere un velo d'olio sul fondo, aggiungere un mestolo di besciamella e stenderlo.

Coprire tutta la superficie della pirofila con le fette di pane Carasau, quelle che ho utilizzato io sono a semicerchio, e quindi ne ho utilizzate due, unire la besciamella, la salamella preparata e il cavolfiore a pezzetti e sopra a tutto altre  due fette di pane.

Ripetere fino ad esaurimento degli ingredienti.

Aggiungere sopra il pecorino grattugiato.

Non sarà necessario aggiungere nessun liquido perché la besciamella, il cavolfiore cotto che rilascia la sua parte umida e il sugo di salamella ammorbidiranno le fette di pane Carasau senza renderle molli.

Infornare la pirofila nel forno preriscaldato a 160° per 50/55 minuti.

Sfornare e servire, il pasticcio si taglia facilmente e resta in fetta anche se ancora caldo.



n.b. : il giorno successivo, brevemente riscaldato in forno è ancora ottimo!!


e se avete voglia di provare anche altre versioni di  pasticcio  guardate QUI, troverete quello con fette di pane oppure QUI per quello con le crepes e ancora QUI per quello di pasta ripiena




*******


con questa ricetta partecipo al






una bella iniziativa di Gluten Free Travel & Living













Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ricette simili a questa