Attenzione: verificare sempre l'idoneità degli ingredienti utilizzati cercando il claim "senza glutine" sulla confezione, o fare riferimento alla Spiga Barrata oppure controllare sul prontuario dell'Associazione Italiana Celiachia.


mercoledì 20 aprile 2016

Pannelle palermitane con calamari in padella

La ricetta che vi suggerisco oggi è veramente deliziosa. Abbiniamo il pesce con i ceci e precisamente i calamari con le panelle palermitane. Per chi non le conosce le  panelle (ovvero frittelle di farina di ceci) sono uno dei piatti più popolari della cucina siciliana, o meglio, di Palermo. Sono facilissime da preparare, ci vuole solo un po' di olio di gomito nel mescolare l'impasto di farina di ceci per una ventina di minuti. Ma niente paura, questa fatica verrà subito dimenticata quando le assaggerete perché all'esterno avranno una deliziosa crosticina  che non fa entrare l'olio all'interno che rimarrà asciutto e morbido.

Con questa dose ne viene una bella teglia, si utilizzano 500g di farina su 1,5l di acqua (rapporto 1:3) quindi se volete diminuire la dose ricordatevi di questo rapporto.






ingredienti per le panelle:

500g di farina di ceci
1500ml di acqua fredda
10g di sale fino
pepe q.b.
prezzemolo tritato
olio di arachidi per friggere


ingredienti per i calamari:

8 calamari
1 spicchio d'aglio
olio evo
vino bianco per sfumare
prezzemolo



Per primo si prepara l'impasto per le panelle che è una specie di "polenta" di ceci.

Versare in una casseruola tutta l'acqua, setacciare la farina e versarla a pioggia, salare e pepare. Mescolare bene e portare a bollore facendo attenzione che non si formino grumi. Abbassare la fiamma e cuocere per 15/20 minuti, sempre mescolando. Togliere la pentola dal fuoco e lasciare raffreddare per qualche minuto, unire abbondante prezzemolo tritato e amalgamarlo mescolando. Versare il composto su una teglia bassa in maniera uniforme. Coprire con pellicola trasparente perché non secchi e lasciare raffreddare per una mezz'oretta.

Nel frattempo si preparano i  calamari come si vede in foto (come in un'altra ricetta). Lavarli e sgocciolarli bene.




Il taglio del calamaro deve avvenire con il coltello in obliquo, questo permetterà al calamaro in fase di cottura di assumere la forma a pigna:  vedrete che prima gonfierà e poi si arriccerà facendo un rotolino.

La cottura del calamaro è importante, non deve essere cotto troppo altrimenti diventa gommoso, tre minuti sono più che sufficienti, in padella con un filo d'olio evo, uno spicchio d'aglio e sfumando leggermente con vino bianco. Rigirarli durante la cottura. Salare e pepare. Cuocere allo stesso modo anche i ciuffi di calamaro. Mantenere al caldo.


Ora si friggono le panelle: tagliare al coltello tanti quadratini tutti uguali e friggerli nell'olio bollente, scolarli e appoggiarli su carta assorbente - anche se quasi non servirà perché la crostina che si forma non fa entrare l'olio all'interno.

Servire le panelle calde con i calamari tenuti da parte accompagnando a piacere il tutto con spicchi di limone e abbondante prezzemolo tritato.

2 commenti:

  1. Che bel piatto goloso, le panelle con il pesce sono buonissime :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Clibi!!! Hai ragione, è un abbinamento perfetto :) e poi le panelle calde sono veramente buonissime :) ciao, a presto :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ricette simili a questa