Attenzione: verificare sempre l'idoneità degli ingredienti utilizzati cercando il claim "senza glutine" sulla confezione, o fare riferimento alla Spiga Barrata oppure controllare sul prontuario dell'Associazione Italiana Celiachia.


mercoledì 24 febbraio 2016

Frittata di bavette di teff con fave e piselli

La ricetta di oggi è un delizioso e furbo piatto unico, comodo e completo, di facile preparazione, anche per utilizzare la pasta avanzata: prendete forchetta e coltello, la frittata (di pasta) al forno è pronta!!!





per questa ricetta ho utilizzato le bavette al Teff LT Africa che io trovo buonissime 






ingredienti per 3/4 persone:

250g di bavette al teff LT AFRICA
5 uova
3 cipollotti
150g di fave sgusciate (io ho utilizzato quelle Orogel surgelate)
150g di piselli sgranati (Orogel surgelati)
4 cucchiai di Grana Padano grattugiato (con 36 mesi di stagionatura per gli intolleranti al lattosio)
4 cucchiai di latte delattosato
4 cucchiai di olio evo
sale/pepe


per prima cosa avendo utilizzato le fave e i piselli surgelati (i primi hanno ancora la pellicina) ho cotto a vapore il tutto per una ventina di minuti, e poi ho tolto la pellicina alla fave.

Poi:

in un tegame versare 2 cucchiai di olio, unire i cipollotti tagliati sottili, le fave sgusciate e i piselli. Aggiungere 2/3 cucchiai di acqua e lasciare stufare, salare e pepare.

Nel frattempo cuocere le bavette in abbondante acqua salata, mescolando di tanto in tanto. La cottura dovrà essere al dente. Scolare e condire con due cucchiai di olio evo e lasciarle raffreddare.

Intanto preriscaldare il forno a 210°.

In una capiente ciotola sbattere le uova con il latte, il Grana Padano, i legumi stufati e poco sale.

Unire le bavette e mescolare bene.

Prendere una teglia, ricoprirla con carta forno e versare il composto di uova/legumi/pasta ed infornare per 40 minuti. Per evitare che colori troppo in superficie o si secchi conviene mettere un foglio di alluminio sopra.

Sfornare, tagliare a fette e servire.



Si può cuocere anche in una padella con fondo spesso e a fuoco lento, meglio se coperta.



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ricette simili a questa