Attenzione: verificare sempre l'idoneità degli ingredienti utilizzati cercando il claim "senza glutine" sulla confezione, o fare riferimento alla Spiga Barrata oppure controllare sul prontuario dell'Associazione Italiana Celiachia.


domenica 20 dicembre 2015

Il Pandorlato di Paoletta senza glutine

Ho deciso di preparare questo dolce di Natale che è una valida alternativa ai grandi lievitati,  profumato, morbido e devo dire proprio goloso e si prepara in un sol giorno.

L'idea di prepararlo mi è venuta dopo aver visto quello glutinoso di Paoletta del blog Anice&Cannella, una vera meraviglia, spero non me ne voglia se ho deciso di sglutinare il suo pandorlato. Lei si è ispirata alla ricetta del panbabà di Adriano.

Vi consiglio di prepararlo al mattino verso le 8 e non come me che ho iniziato alle 11 e con i vari passaggi, mi sono ritrovata ad infornarlo alle due di notte, ma ne è valsa veramente la pena !!!

Ecco il mio pandorlato versione glutenfree e come dice Paoletta.... conciato per le Feste...natalizie.






la ricetta glutinosa di Paoletta la trovate qui



Ingredienti:


280gr farina (io Glutafin)


80gr latte intero

90gr zucchero (io finissimo)

110gr burro (di cui 40g fuso freddo e 70g a pezzettini)

180gr uova intere (3 uova) più un albume per spennellare

8gr lievito di birra fresco

5gr sale

zeste grattugiata di 1 arancia (io Scorzette d'Arancia Biovegan - un cucchiaino)

2 cucchiai di cointreau (io 2 cucchiai di Marsala)

1 cucchiaino miele d’acacia

1 manciata di mandorle con la pelle







al mattino presto, verso le 8, mescolare il latte leggermente intiepidito con il lievito di birra, il cucchiaino di miele di acacia e 70g di farina Glutafin, coprire con la pellicola e lasciare gonfiare (ci vorrà circa una mezz'ora). Poi, unire gli albumi, il resto della farina (io ho utilizzato l'accessorio foglia della planetaria KitchenAid) e mescolare. Unire il sale, il Marsala e amalgamare a velocità 2 per 5/7 minuti.

Portare a vel. 1 ed unire un tuorlo - non aggiungere gli altri finchè questo non è ben assorbito - unire il secondo tuorlo e metà dello zucchero - amalgamare bene - ed infine l'ultimo tuorlo con il rimanente zucchero - amalgamare bene -.

Unire il burro fuso freddo amalgamando a velocità 4 e poi un pezzettino per volta - controllando che ogni volta sia ben assorbito - unire il burro rimanente e le scorzette di arancia.

Coprire la ciotola dell'impastatrice con la pellicola e attendere 1 ora (dovrà partire la lievitazione - si vedrà appena accennata). Dopodichè lo si passa in frigo dove rimarrà per circa 8 ore.

Tirarlo fuori dal frigo e lasciarlo riposare 30 minuti e trasferirlo direttamente nello stampo di carta da 750g (mis. 16x11).

Coprire con la pellicola e porlo in forno spento, fino a che non arriva ad un dito e mezzo sotto il bordo dello stampo.

A me ci sono volute circa 5 ore, ma può variare a seconda della temperatura ambientale esterna.

Pennellare delicatamente con un albume leggermente sbattuto, spolverare con la granella di zucchero , decorare con le mandorle, e spolverare con lo zucchero a velo. Quando quest'ultimo sarà ben assorbito, rispolverare con lo zucchero a velo.

Infornare a 180/185° per circa 40 minuti sulla grata bassa del forno. Ognuno conosce il proprio forno, non hanno tutti le stesse caratteristiche, e quindi potrebbe essere necessario aggiustare la temperatura e il tempo.

Controllare frequentemente che lo zucchero a velo non bruci, eventualmente coprire con un foglio di carta stagnola.

Sfornare, e porre a raffreddare a testa in  giù fino al mattino seguente. 

Nei due giorni successivi non ha perso di sofficità, è sufficiente conservarlo in un sacchetto per alimenti.



auguro a tutti un dolce Natale


 


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ricette simili a questa