Attenzione: verificare sempre l'idoneità degli ingredienti utilizzati cercando il claim "senza glutine" sulla confezione, o fare riferimento alla Spiga Barrata oppure controllare sul prontuario dell'Associazione Italiana Celiachia.


domenica 13 settembre 2015

Pane con farina di Teff cotto nel forno Estense


questa è una vecchia ricetta di un pane che pubblicai sul blog l'inverno passato è un pane senza glutine che ha tra i suoi ingredienti il Mix Liberaire al Teff...venne molto buono, con una bella crosta croccante merita di essere riproposto. Nel vecchio post qui viene anche spiegato cos'è il Teff e la cottura nella pentola in pyrex.

(c)Pane con farina di Teff cotto nel forno Estense(c)



la sera precedente si prepara un preimpasto con:

95 ml di acqua
1 g di lievito di birra
100g di farina per pane Dalla Giovanna

lasciare riposare dodici ore;


trascorso questo tempo  aggiungere:

380g di acqua
3g di lievito di birra

e 1 cucchiaino di zucchero (il lievito va sciolto  nell'acqua con lo zucchero) 

300g di farina per pane Dalla Giovanna 
100g di farina Glutafin
100g di farina di Teff mix Liberaire
 (miscelate tra loro)

impastare per bene con la planetaria e alla fine continuando a mescolare unire

2 cucchiai di olio evo e poi il sale (1 cucchiaino).

Ho utilizzato per la cottura il fornetto Estense.

Fare rilievitare per 30/40 minuti nella teglia del fornetto con sotto la carta forno (nel forno di casa spento); nel frattempo  scaldare il fornetto estense sul fuoco medio a fiamma alta per 15 minuti (dentro ho messo l'altra teglia in dotazione con il sale grosso - il fornetto ne ha due - ....e quindi il pane andrà nella seconda teglia). 

Passati i 15 minuti inserire velocemente la teglia con l'impasto nel fornetto e proseguire la cottura a fiamma alta per altri 10 minuti...poi abbassare quasi al minimo e continuare così per quasi un'ora (gli ultimi dieci minuti aprire i fori nel coperchio ed alzare la fiamma - così la crosta diviene bella croccante).



6 commenti:

  1. TI è venuto bellissimo, con un'alveolatura fantastica! Ho proprio voglia di comprare anche io questa teglia...

    RispondiElimina
  2. Grazie Stefania, e' una pentola fornetto fantastica, i pani vengono benissimo e in più ci puoi cucinare un sacco di altre cose. E cosa non da poco si risparmia sull'energia elettrica funzionando sul fornello 😊 e' un ottimo acquisto😊

    RispondiElimina
  3. che meraviglie di pane che sforni! anche io ho l'estense e leggo con grande interesse che tu metti sale grosso nella teglia sotto... mi spieghi meglio come e perché? cioè, io ritengo che sia perché nella cottura con l'estense il pane si cuoce benissimo ma sotto tende a bruciare anche con la doppia teglia, lo fai per questo così il sale diffonde meglio il calore alla teglia posta in alto? o c'è altra ragione? lo uso da un anno con grande soddisfazione ma sta cosa non la sapevo, mai letta in giro, grazie mille, buona serata

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sonia, favoloso l'estense vero?! Ci si possono cucinare un sacco di cose. Si, uso il sale nella teglia sotto (che proteggo con un foglio di alluminio perchè altrimenti il sale la rovinerebbe) ed è un accorgimento veramente utile per non far bruciare sotto, facendo da intercapedine evita ai cibi di bruciare,anche se sottrae un pochino di calore. Eventualmente puoi appoggiare la teglia col cibo che devi cuocere direttamente su quella del sale, oppure capovolgere il piedistallo della teglia superiore, questo se hai problemi di "spazio". Ah, non serve che lo sostituisci tutte le volte, dura nel tempo e mi raccomando che sia sale grosso. Inoltre io utilizzo la refrattaria nel forno estense. Grazie per essere passata a trovarmi, a presto.

      Elimina
    2. Sonia con il sale dovresti risolvere il problema del "bruciato sotto", prova e poi fammi sapere come ti è andata. ciao

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ricette simili a questa