Attenzione: verificare sempre l'idoneità degli ingredienti utilizzati cercando il claim "senza glutine" sulla confezione, o fare riferimento alla Spiga Barrata oppure controllare sul prontuario dell'Associazione Italiana Celiachia.


venerdì 11 settembre 2015

Gnocchi di patata con farina di sorgo

Gli gnocchi di patate sono da molti secoli il piatto tipico per eccellenza del carnevale veronese, la cui origine risale al lontano 1531. In quell’anno una grave carestia portò la città sull'orlo di una rivolta popolare, in particolare nel quartiere di San Zeno, che all’epoca era il più popolato e povero della città. Per riportare la calma il Consiglio Cittadino guidato dal nobile Tommaso Da Vico, fece distribuire al popolo, l'ultimo venerdì prima della quaresima, pane, vino, burro, farina e formaggio. Nel suo testamento il Da Vico lasciò un legato affinché ogni anno in quel giorno fossero gratuitamente distribuiti alimenti agli abitanti di San Zeno. Da questo episodio ebbe origine la tradizione del Venerdi Gnocolar, il principale appuntamento del carnevale veronese (che ancora oggi si svolge nell'ultimo venerdì che precede la quaresima) durante il quale una GRANDIOSA SFILATA DI CARRI ALLEGORICI E FIGURANTI attraversa le principali vie del centro storico di Verona sotto l'occhio attento di centomila spettatori di ogni età. (fonte qui


Io li ho preparati con la farina di Sorgo


(c)Gnocchi di patata con farina di Sorgo(c)



Ingredienti

1 kg di patate da gnocchi
100g di farina di Sorgo Mulino Marello
50g amido di mais
1 uovo intero
sale q.b.

n.b. gli gnocchi vorrebbero una proporzione patate/farina 3:1 ma a me piacciono morbidi e poi comunque dipende molto dalla qualità delle patate - le migliori sono quelle vecchie.

Lessare le patate con la buccia e una volta cotte passatele nello schiacciapatate direttamente con la buccia, è veloce, pratico e non ci si scotta le mani nel tentativo di sbucciarle ancora calde.

Mettete le patate su un piano di lavoro ben infarinato, aggiungete  sale quanto basta (assaggiate), la farina di sorgo e l'amido di mais ed impastate il tutto velocemente fino ad ottenere un composto compatto ma allo stesso tempo soffice. Aggiungete un uovo e continuate ad impastare fino a che questo non è completamente assorbito dall'impasto (a seconda della qualità delle patate impiegate, può variare il quantitativo della farina impiegata, eventualmente si può aggiungere un secondo uovo per legare meglio l’impasto). Dividete l'impasto in filoni e allungateli fino ad ottenere dei filoni più stretti. Tagliando i filoni in pezzetti si otterranno gli gnocchi. Io poi ho utilizzato un rigagnocchi ben infarinato per far loro le caratteristiche rigature oppure si possono utilizzare i rebbi di una forchetta sempre ben infarinati.




Disporre gli gnocchi su un piatto capiente ben infarinato e senza sovrapporli. 

Gli gnocchi vanno poi cotti in acqua bollente salata tenendo la fiamma del fornello alta e una volta venuti a galla (quasi subito, in pratica appena l'acqua riprende il bollore)  continuare la cottura per altri 20/30 secondi e scolarli, son velocissimi.

Noi li abbiamo conditi con burro fuso, salvia e Grana Padano.



con questa ricetta partecipo al 100% Gluten Free (fri)Day



una gran bella iniziativa di Gluten Free Travel & Living.



I Love Gluten Free (FRI)DAY – Gluten Free Travel & Living


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ricette simili a questa