Attenzione: verificare sempre l'idoneità degli ingredienti utilizzati cercando il claim "senza glutine" sulla confezione, o fare riferimento alla Spiga Barrata oppure controllare sul prontuario dell'Associazione Italiana Celiachia.


lunedì 9 febbraio 2015

Pane a biga con semi di papavero e sesamo

Ciao, panificare mi piace molto e mi rilassa, soprattutto quando il pane viene bene e dopo poco non ce n'è più.

Questa volta ho pensato di utilizzare la biga che avevo in frigo da tre giorni, il pane è venuto alveolato e soffice e con una bella crosta croccante e uniforme tutt'intorno.



La biga l'avevo preparata così:

500g del mix pane di Felix (io ho usato la variante Felix) qui
450g di acqua
4g di lievito di birra

faccio maturare la biga da 16 a 24 ore e ne utilizzo la quantità che mi serve.

©Pane a biga con semi di papavero©



Ingredienti:

500 g di biga preparata in precedenza
100 g di farina per pane Nutrifree
80 g di acqua
1 cucchiaino di sale
2 cucchiai di olio e.v.o.
semi di papavero q.b.
semi di sesamo q.b (solo sopra e non nell'impasto)

impastare con la planetaria gli ingredienti nell'ordine dato in ricetta.

Fare lievitare l'impasto per tre ore.

Riprendere l'impasto, scaravoltarlo sulla spianatoia infarinata con farina di mais, fare qualche piega aiutandosi con la spatola senza lavorarlo troppo. Fare i tagli sopra, aggiungere i semi di sesamo (sopra) e un altro pò di farina di mais per lo spolvero.

A rilievitare per un'altra oretta.

Cottura:

  • nel forno Estense preriscaldato per un quarto d'ora sul fornello medio a fiamma alta. Una volta arrivato in temperatura infornare nella posizione più alta (sotto c'è la teglia col sale), continuare con la fiamma alta per dieci minuti, poi abbassare per circa 50 minuti. Continuare poi con altri dieci minuti a fiamma alta e buchi del coperchio aperti.
  • con la pentola in pyrex o in terracotta preriscaldare il forno tradizionale con la pentola dentro a 250°, una volta arrivato in temperatura versare l'impasto velocemente nella pentola e chiudere il coperchio, passata mezz'ora scoperchiare la pentola e continuare per altri 15 minuti la cottura.
  • oppure se possedete la refrattaria, scaldatela a 250° per una buona mezz'ora dopodichè trasferite l'impasto (vi conviene far lievitare il pane sulla carta forno così è più semplice spostarlo) spennellato con un'emulsione di acqua e olio (ne basta poco) sulla pietra. I primi dieci minuti a 250 gradi, poi abbassate a 200 per i rimanenti 30/35 minuti.....controllare battendo sul fondo del pane se è cotto, deve suonare come se fosse vuoto; se non lo fa continuare la cottura ancora per un altro pò, perchè la mollica non si è ancora asciugata.



Buon pane.




5 commenti:

  1. Bello questo pane Sara!
    Ma la biga come la prepari?
    Buon lavoro sul tuo nuovo blog e ti aspettiamo il venerdì su Gluten Free Travel& Living per il 100% Gluten Free (Fri)day
    http://www.glutenfreetravelandliving.it/gluten-free-friday/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna Lisa grazie per essere passata da qui! Io comunque sono Monica e non Sara...dove lo hai letto??? Grazie dell'invito, a presto!

      Elimina
    2. Anna Lisa la biga l'ho preparata con gli ingredienti in alto dell'articolo. L'ho miscelata senza impastarla, lasciandola grumosa perchè deve avvenire la fermentazione lattica. Coperta con una pellicola bucherellata e fatta lievitare da 16 a 24 ore. Poi ne ho preso la quantità che mi serviva e l'ho utilizzata come fosse lievito di birra. Ciao

      Elimina
  2. molto bello questo pane Monica, complimenti

    grazie del voto ;-)

    ciao

    Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di nulla Valentina, grazie per essere passata nel mio blog :)

      ciao, Monica.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ricette simili a questa