Attenzione: verificare sempre l'idoneità degli ingredienti utilizzati cercando il claim "senza glutine" sulla confezione, o fare riferimento alla Spiga Barrata oppure controllare sul prontuario dell'Associazione Italiana Celiachia.


venerdì 13 febbraio 2015

Frittelle di ricotta




Questa è stata una settimana particolare, tante cose da fare e la voglia di fare crescere bene , il mio neonato blog. Stavo pensando a una ricetta semplice per poter partecipare, per la prima volta, al 100% Gluten Free (Fri)day, quando mi è capitato sottomano il numero di febbraio del mensile a Tavola, rivista che mi piace molto per come viene curata. E, qui, ho trovato l'ispirazione giusta per la ricetta di oggi, ovviamente rivisitandola senza glutine: Le frittelle di ricotta. La ricetta glutinosa è di Stefania Zecca de Lericettedipepi.it. 


Ho pensato di utilizzare al posto della semola rimacinata, che a noi celiaci è proibita, la semola di mais di una azienda agricola che apprezzo molto per le loro farine: il Mulino Marello.

Questo tipo di semola di mais viene utilizzata per i semolini dolci e per gli gnocchi "alla romana", ha un gusto molto delicato ed è una miscela di varietà ibride di mais pregiati con antiche varietà autoctone piemontesi.

L'ho trovata perfetta per la frittura , non avendo assorbito la minima quantità di olio, ottenendo così delle frittelle deliziose.







Ingredienti:

400 g di ricotta (io di pecora)
2 uova
100 g di semola di mais Mulino Marello (per infarinare)
olio di arachidi abbondante per friggere
zucchero a velo q.b.

Scolare la ricotta e tagliarla a quadrati spessi 1 centimetro circa per 3 centimetri di lato. 

Disporli sulla carta assorbente per farli asciugare per bene.

Infarinare nella semola i quadrati di ricotta su entrambi i lati.

Sbattere le uova in una ciotola e immergere i quadrati infarinati un pò per volta e poi ripassarli nella semola.

Scaldare per bene l'olio e quando è pronto, friggere pochi quadrati di ricotta per volta facendoli dorare da entrambi i lati.

Sgocciolarli su carta assorbente, anche se non ce ne sarà quasi bisogno.

Servirli caldi, cosparsi di zucchero a velo.

con questa ricetta partecipo al 100% Gluten Free (fri)Day

una gran bella iniziativa di Gluten Free Travel & Living.

I Love Gluten Free (FRI)DAY - Gluten Free Travel & Living


4 commenti:

  1. CIao, felice di conoscerti! Innanzitutto ho inserito subito il tuo blog nella mia lista di blog senza glutine e poi complimenti per questa ricetta, davvero ben fatta!
    Grazie per la tua partecipazione al GFFD!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :) Piacere mio, ti leggo spessissimo, a presto :)

      Elimina
  2. NOn la conoscevamo questa farina Marello... Interessante questa ricetta ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contenta che ti sia piaciuta :) Le farine Marello sono proprio da provare :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ricette simili a questa